Fashion

Fashion blogger, la classifica delle più note

Il trinomio che lega web, diario e moda ha cambiato notevolmente le abitudini di lettura degli internauti, soprattutto dei più giovani. In Italia, questa tendenza si è tradotta in un passatempo, che nei casi più conosciuti si è evoluta in una professione: il fashion blogger. Non è solo e soltanto una questione di moda, ma si tratta proprio di diari che descrivono lo stile di vita dei protagonisti. Il risultato in termini di impatto sul web è importante: sono migliaia i giovani che hanno tentato la fortuna online, ma sono davvero pochi quelli che sono riusciti a sfondare. Per trasformare la passione in professione, e quindi diventare influencer di primo piano sono diversi i fattori da valutare, uniti ad una buona dose di fortuna.

Nell’universo femminile l’esempio più importante è quello della nostra connazionale Chiara Ferragni. Il primo punto di riferimento per quel che riguarda il lifestyle, la bionda nativa di Cremona ha fatto parlare di sé in qualsiasi maniera: le riviste patinate hanno tanto chiacchierato il suo flirt con Fedez, il suo lato imprenditoriale è stato esaltato dai successi di Blonde Salade e della sua linea personale di scarpe. Visti i presupporti, difficilmente il trono di regina di moda e gossip potrà essere scippato a Chiara Ferragni. La concorrenza, però, è agguerrita, e proviene da ogni angolo dell’universo.

Da Los Angeles arriva la passione per il design a trascinare sul web Aimee Song: il suo Song of Style è molto apprezzato, e la sta esaltando tra le dive della categoria. Tornando alla moda, la baby blogger Kristina Bazan è molto richiesta e amata da tutti. Il suo blog Kayture è seguito da milioni di follower, i grandi brand del lusso come Louis Vuitton la seguono da vicino, e tutto questo clamore le ha garantito importanti contratti pubblicitari e un’ascesa rapida e vertiginosa. Lontana dal podio, una delle ragazze che ha intuito per prima il potenziale del web per indirizzare mode e tendenze: Julie Sarinama è online dal 2009 con il suo Sincerely Jules, che colpisce al cuore le nuove generazioni con uno stile dai costi non esagerati e con una serie di t-shirt molto irriverenti. Al quinto posto della speciale classifica spazio alle curve di Nicolette Mason. La 29enne tramite la sua rubrica su Marie Claire ha sdoganato il trend della moda curvy: basta ragazze longilinee, sostiene la Mason, si alle ragazze in carne, vere, più simili a quelle che si incrociano quotidianamente per strada. Dal web, Nicolette ha aperto una serie di discussioni dal tenore molto profondo, diventando una portabandiera delle lotte contro il bullismo, il razzismo e i disturbi alimentari anche attraverso la sua linea di abbigliamento. Visto il successo, persino la tv si è accorta della sua presenza: diverse le sue ospitate in qualità di esperta di stile.

READ  La classifica dei 5 cibi anti-infarto

Il successo di queste cinque donne è però frutto di lavoro intenso e costante, ma anche di un’innata capacità di restare sotto i riflettori condizionando, in tutto o in parte, il potere decisionale e d’acquisto dei followers. È però scontato pensare che, a fronte di tali successi, sono migliaia i fashion blogger che non riescono a trasformare il lavoro una passione.

Categorie
FashionTop News

Lascia un commento

*

*