Politics

Scissione PD, 5 motivi per cui è il momento giusto

Alla fine molto probabilmente sarà scissione. Il Partito Democratico pare arrivato a un punto di non ritorno, spinto dalle dimissioni anticipate del segretario Matteo Renzi. Diversi motivi fanno pensare che sia il momento giusto per la sinistra italiana di arrivare a una separazione.

Spaccatura interna – Ormai il PD ha una divisione impossibile da conciliare. Al suo interno o sei renziano o anti-renziano, le vie di mezzo non sembrano contemplate. Tanto vale a questo punto separare i fedeli all’ex premier da chi lo ha già contrastato.

Fallimento referendum – Che il Partito Democratico avesse una malattia interna era evidente a tutti da qualche mese. In un momento cruciale della storia del nostro Paese come il referendum del 5 dicembre, non tutto il partito ha appoggiato la posizione del leader. Con il risultato di togliere voti preziosi e portare alla caduta del governo Renzi per costituirne uno che sa tanto di suo fantoccio.

Novità – La scissione risponderebbe alla richiesta dei cittadini di avere novità in politica. Uno dei punti deboli del PD è l’essere visto come vecchio, obsoleto, con sempre le stesse facce. Perdere alcuni elementi porterebbe una ventata di aria fresca, esattamente il desiderio del popolo. Certo bisognerà saper scegliere con intelligenza.

Programmi più specifici – La fusione che aveva portato alla nascita del Partito Democratico aveva portato a un accentramento di diverse idee politiche. Con il risultato di non rispecchiare completamente nessuna di queste, magari scoraggiando il voto. Un ritorno a programmi più specifici, in grado di cogliere pienamente le esigenze di diversi cittadini, può essere un colpo vincente.

READ  TripAdvisor, la classifica delle spiagge più belle d'Europa

Elezioni anticipate – Attenzione a considerare le elezioni anticipate come un pericolo per il PD. Il governo attuale è una coalizione che non porta certo la sinistra ad avere una grande maggioranza. Elezioni anticipate significa chiedere fiducia ai cittadini puntando sul rinnovamento interno e la volontà di cambiare. La possibilità che qualcuno voglia tornare a scommettere sulla sinistra esiste, e verrebbe incoraggiata dalla scissione.

Categorie
PoliticsTop News

Lascia un commento

*

*