Politics

“Questo non è amore”, la campagna della Polizia contro la violenza sulle donne

Il regalo più bello di San Valentino arriva dalla Polizia. La campagna “Questo non è amore” si è svolta questo 14 febbraio per sensibilizzare la popolazione sul problema della violenza sulle donne. L’obiettivo è duplice: informare le cittadine che no, l’essere che picchia non è un uomo innamorato e sì, si può avere protezione. L’azione è andare nelle piazze delle città con camper, pullman e gazebo per ascoltare le vittime.

Il silenzio non costa solo dolore fisico e psicologico, ma può uccidere. E’ questo uno dei messaggi trasmessi dai poliziotti volontari (tra cui molte donne) che hanno partecipato all’iniziativa insieme ad alcuni medici e psicologici per fornire assistenza a chi si sentiva in vena di parlarne.

Per l’occasione la Polizia di Stato ha anche rilasciato i dati riguardanti lo spinoso tema della violenza sulle donne in Italia. In media si verifica un femminicidio ogni tre giorni e mezzo in ambito familiare. Gli atti persecutori sono molto più frequenti: si calcola che l’average quotidiano nazionale si aggira sui 28 maltrattamenti, 16 percosse, 9 violenze sessuali. Purtroppo spesso senza che la donna riesca a confessarsi con un’amica.

Passando ai dati annuali, gli omicidi sono in leggera diminuzione. Dai 117 nel 2014 sono diventati 111 nel 2015 e infine 108 nel 2016. C’è poco da gioire, se nel terzo millennio l’Italia deve ancora assistere a più di cento uccisioni femminili in ambito familiare. Le violenze sessuali sono passate da 4000 a 3759 in un anno, ma la leggera discesa non basta.

Per un cambiamento serve la consapevolezza di entrambe le parti che questo non può accadere. L’uomo non può picchiare una donna, la donna non può accettare di essere picchiata e maltrattata. E questo vale anche a ruoli invertiti, sia chiaro. Il governo sta cercando di inasprire i provvedimenti, che passano da un semplice ammonimento alla galera, spesso scontata con gli arresti domiciliari. Per San Valentino regalatevi un partner che sappia tenere le mani al suo posto. La violenza non è amore, è reato.

READ  I 5 motivi per cui al comune di Roma non conviene costruire lo stadio ora
Categorie
PoliticsTop News

Lascia un commento

*

*